IT. +39 02 61291828 - MT. +356 21669510 info@icomedicine.com

Corso Osteopatia, quale fare dove il riconoscimento della Professione? Quale scuola scegliere? Come si diventa Osteopata o ancora, l’Osteopatia è riconosciuta in Italia?

Sono queste le domande, sempre più frequenti, che caratterizzano il mondo dell’Osteopatia in Italia evidenziando come, nonostante gli sviluppi legislativi il “caos”, attorno alla Professione, sia ancora molto. Proviamo a fare un po’ di chiarezza in modo da dare dei punti di riferimento alla persona interessata ad intraprendere, dopo il riconoscimento della Professione, il corso in Osteopatia e poter poi  esercitare la Professione in Italia.

Per poter fare ciò bisognare partire dai riferimenti certi, chiari, dai quali non si può prescindere e rimandano, ovviamente, a quanto definito a livello normativo. Partiamo dalla Legge 03/2018 che ha individuato l’Osteopatia come Professione Sanitaria, passando dalla definizione del Profilo Professionale, avvenuta nel mese di Novembre 2020, fino ad arrivare all’istituzione della professione giunta il 24 giugno attraverso l’approvazione del DPR in Presidenza del Consiglio. In data 07 Luglio 2021, infine, è giunta la firma del Presidente della Repubblica al Decreto.

Questi passaggi normativi hanno definitivamente riconosciuto l’Osteopatia e definito i suoi campi di applicazione oltre ad aver definito in maniera puntuale chi è l’Osteopata e chi può fregiarsi di tale titolo.

Alla Francia, all’Inghilterra, al Portogallo, a Malta, alla Danimarca, Svizzera, USA ed altre Nazioni,  dal 24 Giugno 2021 anche l’Italia entra a far parte delle Nazioni dove l’Osteopatia è ufficialmente riconosciuta.

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2021/06/24/osteopatia-professione-sanitaria-italia

Un ultimo passaggio è quello relativo alla definizione dell’ordinamento didattico universitario ed il riconoscimento dei titoli equipollenti, dove si è già prevista l’eventualità di percorsi formativi integrativi per coloro (il pregresso formato) che non sono in possesso di titoli idonei per l’esercizio della Professione sul territorio.

Alla luce di questa disamina si può dunque affermare che coloro che intendono diventare osteopati hanno due opzioni per decidere quali corsi in Osteopatia fare:

  1. Attendere il completamento dell’istituendo corso di Laurea abilitante italiano e l’attivazione da parte delle Università Italiane pubbliche/private autorizzate dal MUR (Ministero Università e Ricerca) del corso di Laurea in Osteopatia. Si ricorda che questo sarà triennale con test di ingresso e numero chiuso al pari delle altre Professioni Sanitarie.
  2. Intraprendere il percorso di studi presso Università e/o Istituti esteri accreditati dove l’Osteopatia è già riconosciuta.

<È necessario ed utile rammendare che nella seconda ipotesi, il corso di studi deve essere svolto all’estero presso l’università e/o istituto presso il quale ci si è iscritti. Percorsi di studi “alternativi” o frequentati in Italia anche se in partnership con realtà formative estere non sono validi se non previa attivazione della filiazione (Legge 4/1999) con specifica autorizzazione del MUR.

Comprendere ed individuare la realtà formativa dove poter intraprendere i corsi in Osteopatia diventa per queste ragioni fondamentale tenendo conto che ora che l’ Osteopatia è ufficialmente una nuova Professione Sanitaria, l’unico titolo valido e richiesto dalla Legge stessa è la Laurea abilitante in Osteopatia. Altri titoli, quali ad esempio il diploma di osteopatia o la laurea estera svolta però sul territorio nazionale, non sono più validi e consentiti.

Vuoi sapere cosa cura l’Osteopatia? Vuoi sapere cosa è l’Osteopatia e chi è l’Osteopata?